[ urn:collectio:0001:scu:01072 ]

Iconography
Title: Testa colossale di Costantino
Typology: scultura, a tutto tondo
Administration
Comune di Roma, Musei Capitolini, Inventario Sculture, S 1072
Collocation
from 2005-12 > Musei Capitolini, Palazzo de'Conservatori, Esedra del Marco Aurelio
(Riscontro 2008)
from 2000 > until 2005-12 Musei Capitolini, Palazzo de'Conservatori, Sala degli Orazi e Curiazi
> until 2000 Musei Capitolini, Palazzo de'Conservatori, Sala dei Bronzi
Creation
from 0324 > until 0361 Età costantiniana tarda o post-costantiniana
Technical data
Measurements: Length 0.24m   Height 1.77m  
Material: Bronzo
Notes: Restaurato orecchio destro
Acquisition
from 1471 > Donata da Sisto IV in Campidoglio.
Exhibition
from 2000-12-21 > until 2001-04-20 Title: «»
Place:
Notes: " Aurea Roma. Dalla città pagana alla città cristiana", Roma, Palazzo delle Esposizioni.
Description

Ritratto colossale, circa cinque volte più grande del vero, pertinente probabilmente ad una statua di Costantino. Il volto, caratterizzato da naso e mento prominenti, mostra alcuni segni dell’età avanzata, come le guance cadenti, le borse sotto gli occhi e le pieghe delineate alla radice del naso, sotto gli occhi e intorno alla bocca; l’ipotesi è che il ritratto possa essere stato realizzato gli ultimi anni di vita di Costantino o dopo la sua morte. La capigliatura è costituita sulla fronte da una serie di ciocche arrotolate che formano una frangia compatta che copre parzialmente la fronte e ricade sulle tempie. Al di sopra i capelli sono disposti in ciocche lisce e compatte. Caratteristico dei ritratti di imperatori di IV secolo è lo sguardo rivolto verso l'alto, qui reso più evidente dalle pupille incavate e dall'arcata sopracciliare sporgente. Non vi sono elementi per stabilire se la statua fosse seduta o stante; in questo caso il bronzo colossale doveva raggiungere un’altezza di otto o nove metri circa. La mano in bronzo con il globo (S 1065, S 1070), attribuita secondo la tradizione allo stesso colosso bronzeo, potrebbe invece appartenere ad una statua diversa: le caratteristiche tecniche della fusione del bronzo sembrano infatti differenti da quelle della testa. L’opera, collocata originariamente davanti al palazzo lateranense, fa parte del gruppo dei bronzi donati in Campidoglio da Sisto IV nel 1471, segnando di fatto la nascita del complesso museale capitolino.

Bibliography
Print Resource: Stuart Jones, Cons., p. 173, n.7, tav. 60.
Fittschen-Zanker I, pp. 152- 153, n. 123, tavv. 153-154.
S. Ensoli in Aurea Roma (cat. mostra), Roma 2000, pp. 71-81
C. Parisi Presicce in Costantino il grande (cat. mostra), Milano 2005, pp. 150- 153
Editing
Date: 2011-10-3
Name: Serena Guglielmi
Notes: Revisione della definizione, datazione, descrizione e bibliografia.
Date: 2008-01-07
Name: Maria Rosaria Stefanangeli.
Notes: Prima immissione dati sulla base delle schede cartacee.
Legacy data
Negativi: MC C/127 - C/225 - C/224 - A/682 - A/1422 - C/223 - C/226 - C/744 - C/747 - C/748 - C/749 - C/750 (fronte) - C/751 - A/5056 - col 825 - col 6487 De Masi 92 - col 10391 - col 10392 - col 10393 - col 10394 De Masi - F 750 - F 751.MC F da 1083 a 1096 (fronte), da F 1097 a F 1104 (fronte part.), da F 1105 a F 1108 (lato sx part.), da F 1109 a F 1113 (lato sx), da F 1114 a F 1116 (dal basso), da F 1117 a F 1120 (dal basso part.), da F 1121 a F 1123 (lat. sx), F 1124 - F 1125 (lat. sx part.) Genuino 2009.
Images
Documents

Inventario de’ Mobili Argenti suppellettili, et ogn’altra cosa dell’Inclito Popolo Romano, esistenti del Palazzo Vecchio di Campidoglio degli Eccellentissimi Signori Conservatori di Roma (1692-12-14)

Inventario delle Statue, Mobili, Argenti, e Suppellettili (1729)




© Capitoline Museums 2010